Vasi comunicanti

Vasi comunicanti

Costruiamo i vasi comunicanti è un’attività pratica, un’attività laboratoriale utile per spiegare il comportamento dell’acqua racchiusa in una falda artesiana.

Procurati due bottiglie. Pratica nella loro parte bassa, alla stessa altezza, due fori in cui poter inserire una cannuccia. Sigilla bene con la plastilina i due fori e poi versa acqua in una delle due bottiglie.

Pratica

 

Adesso svuota le bottiglie e fai un foro in una delle due, un po’ più in alto e in posizione diametralmente opposta rispetto al foro precedente. Inserisci un tubo di gomma nel nuovo foro. Adesso versa di nuovo acqua in una delle due bottiglie, tenendo sollevato il tubo.

Vasi comunicanti
Vasi comunicanti

 

Come si dispone il liquido?

Ora abbassa l’imboccatura del tubo. A un certo punto vedrai l’acqua zampillare. Perché?

Te lo spiego nelle righe che seguono.

L’acqua di una falda artesiana può essere considerata racchiusa tra due vasi comunicanti: uno è la zona di alimentazione (più in alto) l’altro è il pozzo (più in basso). Il collegamento è la falda artesiana, che è chiusa tra due strati impermeabili, come in un tubo. L’acqua tende a salire spontaneamente fino a un certo livello. Dato che generalmente l’apertura del pozzo si trova più in basso di questo livello, l’acqua sgorga spontaneamente.

Vasi comunicanti
Vasi comunicanti

 

Le falde acquifere hanno un’importanza fondamentale per la nostra vita. Essi sono riserve d’acqua, cui si attinge mediante i pozzi e gli impianti degli acquedotti, per tutte le attività domestiche e industriali dell’uomo.

Questo fenomeno è spiegabile con i il comportamento dell’acqua nei vasi comunicanti.

Quando parliamo di vasi comunicanti ci riferiamo a un recipiente di vetro un po’ particolare, costituito da una serie di tubi o “vasi” che presentano forma e diametro diversi e sono collegati tra loro attraverso un canale orizzontale posto alla loro base.

Pratica

 

Se versiamo dell’acqua in uno qualsiasi dei vasi, questa presto tende a disporsi alla stessa altezza in tutti gli altri. Infatti, il livello raggiunto dall’acqua è indipendente dalla forma e dalle dimensioni dei vasi.

Tuttavia, se un vaso ha un diametro molto piccolo (capillare), l’acqua raggiunge un livello più alto di quello degli altri vasi. Quanto minore è il diametro, tanto maggiore è l’altezza raggiunta dalla colonna d’acqua. A questo fenomeno si dà il nome di capillarità.

Leggi https://rimediomeopatici.com/rimedi-omeopatici/bryonia/

Segui  https://riciclareperrisparmiare.it/ e segui anche https://ricettedirita.it/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.