Le leggende di Eracle

Le leggende di Eracle

Le leggende di Eracle sono il simbolo delle difficoltà incontrate in quei lontani secoli dai popoli greci.

L’idra di Lerna

L’Idra era un mostro immortale, un enorme serpente con sette o nove teste, di cui una immortale, che rinascevano una volta recise. Il mostro viveva in una palude a Lerna, in Argolide, e divorava chiunque si trovasse nel suo territorio. Il serpente inoltre, con il suo terribile alito, appestava l’aria e rendeva sterili le terre del circondario.

Eracle giunse nella tana del serpente con il suo carro e cominciò a decapitarlo con la sua spada. Ma resosi conto che le teste ricrescevano, egli usò un’astuzia. Dopo aver eliminato le teste bruciò i tronconi evitando così la ricrescita delle teste e schiacciò sotto un masso la testa immortale.

Ma per rendere nulla la vittoria di Eracle, Era mandò contro di lui un granchio gigante, che l’eroe riuscì comunque a sconfiggere schiacciandogli il guscio. La regina degli dei fece in modo che i due mostri sconfitti divenissero costellazioni, quelle che gli antichi denominarono “Idra” e “Cancro”.

Dopo aver ucciso il mostro Eracle intinse le sue frecce nel sangue di questi, rendendole così le ferite causate da esse inguaribili. A causa del veleno di queste frecce sarebbero morti in seguito Chirone e Paride, figlio del re di Troia Priamo.

Anche l’idra, come il Leone di Nemea, era figlio di Tifone ed Echidna.

Le leggende di Eracle
Le leggende di Eracle

Il Leone di Nemea

Il Leone di Nemea era un enorme leone che terrorizzava ed assaliva la popolazione di Nemea. La sua pelliccia era impenetrabile dalle armi e non poteva essere lesa. Il leone era sensibile solo alla forza della mano umana.

Ma Eracle cacciò e uccise il leone. L’eroe, giunto nei pressi della sua dimora, cercò invano di trafiggerlo con l’arco e le frecce; ma avendo la pelliccia invulnerabile ne fu protetto e non subì ferite.

Eracle quindi usò un’astuzia: gli cinse il collo con un braccio soffocandolo. Dopodiché lo scuoiò ed utilizzò per se stesso la pelliccia, ottenendo una difesa invincibile contro i nuovi pericoli che avrebbe affrontato.

Il leone di Nemeo fu posto da Zeus tra i segni dello zodiaco, dove formò la costellazione del leone.

Le leggende di Eracle

Segui https://rimediomeopatici.com/rimedi-omeopatici/hypericum/

Segui https://riciclareperrisparmiare.it/  e segui anche https://ricettedirita.it/

Leggi https://schedescuola.it/preistoria/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.