Storia e civiltà dei Fenici

Storia e civiltà dei Fenici

In questa lezione tratto la storia e la civiltà dei Fenici, un’antica popolazione semitica.

I Fenici furono un popolo di marinai, esploratori e commercianti, ma anche temibili pirati. l termine fenicio deriva dal greco phòiniks che significa “rosso”.

I Fenici erano stanziati in quella parte della Siria che costituisce una sottile striscia di terra, lunga poco più di 200 Km e larga al massimo 50 Km, tra le montagne del Libano e la costa orientale del Mediterraneo, nel Vicino Oriente.

Antica

 

I Romani chiamavano i Fenici Poeni o Puni, perché nelle lingue antiche ph, che si leggeva f, tendeva a trasformarsi in una p pura e semplice.

Dal 2000 circa a.C. ebbe inizio la loro storia, ma fu soprattutto tra il 1000 e il 500 a.C. che i Fenici raggiunsero una notevole floridezza ed una vera importanza nella storia del Mediterraneo.

La Fenicia era divisa fin dalle origini in singole città-Stato, la cui principale attività è il commercio marittimo. Le città più importanti erano Arado, Biblo, Tiro, Sidone

Queste città rimasero sempre indipendenti l’una dall’altra. Le città più importanti sono due: Sidone, ricca di bronzi, e Tiro, famosa per le sue stoffe. L’ampliamento del territorio di Tiro fu opera del sovrano Hiram che la fece diventare il maggiore centro fenicio della costa asiatica.

Storia e civiltà dei Fenici
Storia e civiltà dei Fenici

 

Divisi com’erano i Fenici furono minacciati e spesso dominati da popoli stranieri. Essi furono dominati specialmente dagli Egizi e dagli Assiri. Ma furono dominati anche dai Persiani, finché Carlo Magno li sottomise nel 332, dopo aver assediato e distrutto Tiro, che si difese a lungo con grande ardimento.

Tavola

 

Tra i re si distingue Pigmalione (IX secolo a.C., all’incirca tra l’anno 820 e l’anno 774); ad egli si collega la tradizione della fondazione di Cartagine. Pigmalione è stato un leggendario re di Tiro, figlio di Belo e fratello di Didone.

Nel 9° secolo a.C. tutta la regione venne sottomessa dai potenti re assiri.

Alla fine del 6° secolo a.C. fu conquistata e sottomessa da Ciro il Grande. Ciò non cambiò molto della vita dei Fenici, che anzi assunsero nel gigantesco Impero Persiano un ruolo importante, dal momento che le navi fenicie costituirono il nucleo principale della flotta da guerra persiana. Le cose cambiarono decisamente, invece, con la fine dell’Impero persiano e la conquista della Fenicia da parte di Alessandro Magno, con il lungo e sanguinoso assedio di Tiro (332 a.C.): da allora la madrepatria fenicia cessò di esercitare qualsiasi ruolo autonomo nel Mediterraneo.

I Fenici viaggiarono lungo tutto il Mediterraneo e oltre, nell’Oceano, attuando una colossale opera di colonizzazione. Il risultato più illustre di tale opera di colonizzazione fu la città di Cartagine

Storia e civiltà dei Fenici
Storia e civiltà dei Fenici

Segui https://riciclareperrisparmiare.it/

Leggi https://rimediomeopatici.com/affezioni-rimedi/sinusite/

Segui https://ricettedirita.it/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.