Relazione finale terza A

Relazione finale terza A

Relazione finale terza A di matematica e scienze per la scuola secondaria di I grado

Presentazione della classe

La classe terza A che inizialmente era composta da 26 alunni, oggi è composta da 27 alunni di cui 13 maschi e 14 femmine. Tra le 14 femmine  c’é anche l’alunna D.A. ………… L’alunna …………….. è stata inserita nell’elenco della classe il ………… e l’alunno …………… è stato inserito il ……………..L’allievo ……………….. risulta assente sin dal primo giorno di scuola; l’alunna ……………… ha effettuato un gran numero di assenze.

L’ambiente di provenienza degli allievi risulta eterogeneo e non tutte le famiglie hanno seguito con costanza la vita scolastica dei propri figli.

L’inserimento dell’alunno ………… è stato destabilizzante per la classe che, nei due anni precedenti aveva raggiunto il suo equilibrio. L’alunno, poco scolarizzato e con atteggiamenti poco rispettosi delle regole, ha cercato di accattivarsi le simpatie dei compagni con interventi inopportuni e talvolta volgari.

Per questo motivo le lezioni inizialmente sono risultate faticose e di scarsa efficacia per gli allievi con inadeguati strumenti, allievi che necessitano di maggiore tranquillità e attenzione. Ma questa situazione ha condizionato anche alcuni alunni che avrebbero potuto seguire e consolidare le proprie conoscenze. Questi alunni sono stati facilmente coinvolti in situazioni estremamente dispersive. Frequentemente si sono resi necessari richiami e sollecitazioni.

Grazie alle strategie di coinvolgimento da me adottate questa situazione è successivamente migliorata.

Nel complesso posso affermare che i ragazzi hanno mostrato disponibilità al lavoro svolto in classe.

Una buona parte ha sempre partecipato attivamente intervenendo con domande pertinenti e mostrando un certo attaccamento allo studio, eccezione fatta per un paio di ragazzi che mostravano poco interesse per la scuola, poca responsabilità e poco affiatamento con i compagni oltre che un certo disinteresse per le discipline e per la scuola in generale.

Scuola

Relazione finale terza A
Relazione finale terza A

 

Per vincere i momenti di apatia e disinteresse piuttosto comuni nell’età evolutiva e, dato che ritengo che la disciplina e l’attenzione sono indispensabili per recepire e quindi migliorare la preparazione di base, ho cercato di rendere consapevoli i ragazzi del senso della convivenza sociale e del dovere, coinvolgendo, quando è stato necessario, anche i genitori. Superato questo momento si è venuto a creare un clima disteso e di collaborazione in cui i discenti, rispettando le normali regole della convivenza, sono riusciti ad interessarsi e a partecipare alla vita della classe.

Notevoli sono state le difficoltà incontrate nel tentativo di colmare le lacune che i ragazzi evidenziavano: una parte degli alunni infatti mancava ancora di un valido metodo di lavoro, difettava nei concetti basilari della geometria e usava una terminologia scientifico- matematica non del tutto appropriata. Quindi ho dedicato il primo mese dell’anno scolastico al recupero degli argomenti indispensabili per affrontare il programma del nuovo anno scolastico.

Compito difficile è stato quello di potenziare le capacità espositive dei ragazzi. Infatti, a causa delle loro abitudini dialettali, spesso pur afferrando i concetti non riuscivano a trovare la proprietà di linguaggio per esporre quanto appreso. Al fine di potenziare le loro capacità espositive ho eseguito in classe letture approfondite del testo, con ampie spiegazioni e discussioni. Ho fatto intervenire tutti, spronato i più lenti, incoraggiato i più timidi e stimolato i più demotivati.

Anche gli alunni che provenendo da ambienti familiari più attenti al dibattito educativo si sono avvantaggiati nelle varie fasi dell’apprendimento.

Uno spazio particolare l’ho dedicato alla risoluzione dei problemi: dalla comprensione del testo alla risoluzione di quesiti più complessi, fino alla capacità di costruire semplici dimostrazioni e individuare varianti alla formulazione del testo stesso.

La situazione attuale della classe è la seguente:

Relazione finale terza A
Relazione finale terza A

Il programma svolto durante l’anno scolastico non ha subito modifiche o adattamenti rispetto a quanto preventivato.

Metodo

Il metodo seguito è stato induttivo-deduttivo.

Materiali

Si sono utilizzati libri, fotocopie, schede di lavoro opportunamente predisposte, oltre ad appunti e video messi a disposizione dalla sottoscritta con la propria connessione internet.

Verifiche

Tutte le attività didattiche sono state accompagnate da continue verifiche sia orali che scritte: interrogazioni, conversazioni, esercizi, compiti in classe, questionari, ecc. Tali attività sono state connesse agli obiettivi via via proposti e la loro valutazione ha avuto un valore diagnostico sia nei confronti dell’apprendimento sia del mio metodo di insegnamento: esse mi hanno aiutato a capire se gli obiettivi erano stati raggiunti o meno, ad individuare cosa era stato recepito e a scegliere le tecniche di recupero da adottare.

Relazione finale terza A
Relazione finale terza A

 

Valutazione

La valutazione è stata un momento formativo molto importante dell’itinerario didattico. Ha tenuto conto delle condizioni particolari e del progressivo apprendimento di ciascuno, in relazione alla preparazione riscontrata all’inizio dell’anno scolastico e all’applicazione dimostrata, alla situazione extrascolastica in cui i ragazzi vivono, nonché alle effettive possibilità di ognuno. Tenendo conto del livello di partenza, del comportamento, dell’impegno mostrato, nonché delle singole capacità di apprendimento, si può affermare che una parte dei ragazzi ha raggiunto gli obiettivi didattici previsti, alcuni pervenendo a un ottimo grado di preparazione, altri ad un rendimento più che buono. Per alcuni permangono lacune a livello logico-operativo e difficoltà espositive, però tenendo conto del loro livello di partenza e delle loro capacità, i risultati sono da considerarsi positivi.

Segui https://rimediomeopatici.com/rimedi-omeopatici/agaricus-muscarius/

Segui https://riciclareperrisparmiare.it/ e segui anche https://ricettedirita.it/

Leggi https://schedescuola.it/le-tabelline/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.