Stati di aggregazione della materia

Gli stati di aggregazione della materia possono essere solido, gassoso o liquido.

LO STATO SOLIDO

Se le molecole si attaccano “strette” tra loro ed i legami tra le molecole sono molto forti e lasciano pochissima possibilità di movimento, la sostanza assume la forma solida (le molecole di un solido non si possono comprimere). Tutti i corpi solidi, come un bicchiere, una pietra, una sedia anche se spostati dalla loro posizione, mantengono la stessa forma e occupano lo stesso spazio.

Solido

LO STATO GASSOSO

Se le molecole si muovono liberamente e non stanno attaccate una all’altra, le molecole non hanno alcun legame tra loro, possono cioè muoversi liberamente in ogni direzione, la sostanza assume la forma gassosa (le molecole si possono facilmente comprimere). I gas come l’aria, il vapore che esce da una pentola, il deodorante di una bomboletta spray non hanno una forma e si espandono fino ad occupare tutto lo spazio che hanno a disposizione.

Gassoso

LO STATO LIQUIDO

Se le molecole si toccano ma possono scivolare le une sulle altre ed i legami tra le molecole sono deboli, ne consegue che le molecole sono vicine ma libere di muoversi l’una sull’altra, la sostanza assume la forma liquida (le molecole però non si possono comprimere). I liquidi come l’acqua, il latte, il vino occupano uno spazio ma non hanno una forma perché assumono quella del recipiente che li contiene.

Liquido

Un esempio pratico che si faceva in classe prima del COVID per dimostrare lo stato fisico della materia

Una simulazione animata, da parte di un gruppo degli alunni di una classe, può essere un modello dei tre stati della materia.

Nello stato solido ogni alunno rappresenta un atomo di cristallo solido.

Con le braccia gli alunni si legano tra loro in modo che lo spostamento di uno soltanto (dovuto, ad esempio, ad una leggera spinta da parte dell’insegnante) comporti lo spostamento di tutti quanti nella stessa direzione senza cambiare la distanza tra un “alunno-atomo” e un altro e senza modificare le rispettive posizioni.

In questo modo la forma del solido e lo spazio da questi occupato (volume) non vengono modificati.

Gli stati di aggregazione della materia
Gli stati di aggregazione della materia

Nello stato gassoso gli alunni sono svincolati e quindi possono muoversi liberamente ed occupare tutto lo spazio possibile.

Restringendo lo spazio a disposizione, l’insegnante comprime ” gli alunni-atomo o molecola”.

Vengono così modificati forma e volume della sostanza allo stato gassoso.

Gassoso

Allo stato liquido, gli alunni simulano una piccola quantità d’acqua. Ogni alunno “è una molecola”.

Possono essere mescolati dall’insegnante così cambiano le rispettive posizioni, scivolando uno contro l’altro,  senza però lasciare spazi vuoti tra i “corpi-molecola” .

In questo modo, l’acqua cambia forma ma non viene modificato lo spazio occupato (volume).

Ma se uno di loro si dovesse staccare, simulerebbe l’evaporazione.

Lo stato fisico della materia
Lo stato fisico della materia

Segui https://rimediomeopatici.com/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.