Raccordo Scienze

Raccordo Scienze

Ecco gli elementi di raccordo Scienze per il curricolo con le competenze previste da sviluppare gradualmente nei tre anni di corso della scuola secondaria di I grado.

Il passaggio tra la scuola primaria e la scuola secondaria è un momento particolarmente delicato dal punto di vista dell’approccio alle singole discipline. Il passaggio deve avvenire senza soluzione di continuità, nell’ottica di un percorso verticale attento all’evoluzione cognitiva dell’alunno. Di qui la necessità di individuare un insieme di contenuti di raccordo tra la scuola primaria e la scuola secondaria su cui articolare il delicato momento di passaggio tra i due ordini di scuola. Nella tabella sottostante si riassumono i contenuti di raccordo di scienze, con relativi obiettivi di apprendimento e le competenze, che a nostro parere rappresentano un requisito importante nel momento del passaggio dalla scuola primaria a quella secondaria di primo grado.

Raccordo Scienze
Raccordo Scienze

Il metodo di studio e il carico di lavoro

La scuola secondaria si impegna a limitare il carico iniziale di studio fino a dicembre, o almeno fino a quando gli alunni non saranno pronti per affrontare un impegno maggiore ed aver avviato l’acquisizione di un metodo di studio idoneo alle nuove richieste. Inoltre i compiti da svolgere a casa dovranno tener conto del carico previsto per il giorno per cui sono stati assegnati. Le docenti della scuola primaria si impegnano a monitorare il percorso degli alunni e a confrontarsi sui contenuti con i colleghi della secondaria. Alla scuola primaria si dovrà insistere su concetti basilari, riducendo, se necessario, contenuti e obiettivi.

La valutazione

È necessario condurre gradualmente l’alunno di prima secondaria alla consapevolezza del valore di un voto. Ciò per evitare di dare subito delle insufficienze, registrarle come voto che non fa media almeno per il primo mese e mezzo.

In classe quinta primaria iniziare a valutare come nella secondaria e aumentare progressivamente la quantità di studio individuale soprattutto per le materie orali.

I docenti ritengono opportuno, a partire dal mese di settembre, mettere in atto collaborazioni didattiche a cura del gruppo di lavoro continuità. Collaborazioni su argomenti comuni tra V primaria e I secondaria, con attività di interscambio tra docenti di ordini differenti. Il gruppo di lavoro continuità potrà realizzare percorsi condivisi soprattutto l’elaborazione di prove oggettive. La prove riguarderanno tutte le classi quinte di Italiano e Matematica da volgersi nel primo quadrimestre evidenziando i 4 livelli di competenza.

Segui https://rimediomeopatici.com/rimedi-omeopatici/arnica-montana/

Segui https://riciclareperrisparmiare.it/ e segui anche https://ricettedirita.it/date/2022/06/

Leggi https://schedescuola.it/nuclei-tematici-matematica/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.