Aria e correnti convettive

Aria e correnti convettive

In questa lezione parliamo di aria e correnti convettive, cioè dell’aria che costituisce la nostra atmosfera e dei suoi movimenti nella Troposfera. L’aria è sempre intorno a noi, ma è difficile studiarla perché non la si può vedere, gustare o toccare. È vero che avvertiamo l’odore dei fiori, del buon pranzetto e delle altre sostanze ma non è quello dell’aria: sono solo odori portati da essa.

Ciò nonostante possiamo avvertire la sua presenza quando si sposta e di conseguenza osserviamo i suoi effetti.

L’aria riempie piccoli spazi in tutte le cose. Vuoi verificarlo?

Allora prendi una bottiglia e immergila in un grosso contenitore con l’acqua. Se non hai a tua disposizione una bottiglia puoi usare un vaso o un altro contenitore. Che cosa noti? Le vedi tutte quelle bollicine che salgono? Sono le bollicine d’aria che cedono il posto all’acqua.

Ma se invece prendi una siringa e tiri su lo stantuffo per poi spingerlo dopo aver inserito la siringa nel contenitore con l’acqua, vedrai uscire le bollicine d’aria contenute all’interno della siringa.

Atmosfera

Con questi due esperimenti abbiamo verificato che l’aria occupa uno spazio; se occupa uno spazio vuol dire che è formata da molecole, e quindi pesa. Ma quanto pesa?

Gli scienziati adoperano apparecchiature sofisticate per pesare sostanze leggere come l’aria, ma anche noi possiamo farlo allestendo una bilancia un po’ rudimentale. Prova a costruire la tua bilancia:

Prendi due palloncini uguali, un bastoncino di legno, un po’ di nastro adesivo, due lattine e una matita. Osserva la figura e riproduci. Quando fissi il palloncino gonfio, il bastoncino s’inclina. Questo indica che il palloncino gonfio è più pesante del palloncino vuoto: l’aria che gli hai inserito gonfiandolo pesa qualcosa.

Un aquilone si alza e si muove in aria perché segue le correnti d’aria, così come fanno anche gli alianti. Ma ti sei mai chiesto come si formano queste correnti?

È semplice, l’aria calda è più leggera di quella fredda, perciò quando l’aria si riscalda sale lasciando il posto all’aria fredda. Anche a casa nostra avviene questo fenomeno. Infatti, l’aria fredda entra attraverso le finestre e da sotto le porte, essa però, scaldata da camini e da termosifoni, diventa più leggera e sale verso il soffitto, mentre l’aria fredda scende ad occupare il suo posto. Questo movimento dell’aria prende il nome di corrente convettiva.

Pesa

Se vuoi, puoi verificare che la corrente d’aria calda sale verso l’alto poggiando sul termosifone un leggero pezzetto di carta, ad esempio un pezzetto di carta velina. L’aria calda lo spingerà verso l’alto.

L’aria esercita una pressione che va sotto il nome di Pressione atmosferica

Aria e correnti convettive
Aria e correnti convettive

 

Conosci le brezze marine? Sono venti provocati da correnti convettive. Durante la giornata la terraferma si scalda più rapidamente del mare. L’aria sopra la terraferma diventa più calda e si alza, mentre l’aria più fredda dal mare si muove per prendere il suo posto.

Aria e correnti convettive
Aria e correnti convettive

Ma l’aria oltre ad avere un peso è anche comprimibile ed elastica. Puoi verificarlo.

Proprietà

 

Segui https://rimediomeopatici.com/rimedi-omeopatici/

Segui  https://riciclareperrisparmiare.it/ ed anche https://ricettedirita.it/

Leggi https://schedescuola.it/il-pianeta-blu/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.