Piano di lavoro Matematica IIA

Piano di lavoro Matematica IIA

Il Piano di lavoro Matematica IIA è la programmazione che si intende seguire nel corso del corrente Anno Scolastico, è la progettazione annuale.

UNITA’ DI APPRENDIMENTO N. 1 relative al Piano di lavoro Matematica IIA

 Operare con i numeri razionali

L’alunno:

  • esegue operazioni con i numeri razionali;
  • calcola radici quadrate anche riconoscendole come operazioni inverse dell’elevamento a quadrato;
  • padroneggia concetti fondamentali della matematica e riflette sui principi e anche sui metodi impiegati;
  • legge la realtà e risolve i problemi non soltanto usando forme verbali o iconiche, ma anche forme simboliche caratteristiche della matematica (numeri, figure, grafici), dando particolare significato alla geometria.

O.S.A. – OBIETTIVI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO

Conoscenze:

  1. Consolidare il concetto di frazione come operatore.
  2. Operazioni con i numeri razionali.
  3. La radice quadrata.
  4. Figure piane: proprietà caratteristiche di triangoli, quadrilateri e anche di poligoni regolari.
  5. Nozione intuitiva di trasformazione geometrica: traslazione, rotazione e anche simmetria.

Abilità:

  1. Trasformare una frazione in numero decimale.
  2. Trovare la frazione generatrice di un numero decimale.
  3. Eseguire operazioni con i numeri razionali in forma decimale.
  4. Eseguire calcoli con numeri razionali usando metodi e anche strumenti diversi.
  5. Riconoscere poligoni in base alle proprietà dei lati e anche degli angoli.
  6. Calcolare aree e perimetri di figure piane.
  7. Utilizzare le trasformazioni per osservare e anche classificare le figure.

O.F. – OBIETTIVI FORMATIVI

L’alunno passa dal linguaggio comune al linguaggio specifico. Riconosce gli errori e la necessità di superarli positivamente. Adopera in situazioni reali le conoscenze e anche le abilità acquisite. In particolare:

  • utilizza le frazioni per interpretare la realtà;
  • trasforma frazioni in numeri decimali;
  • esegue, comprendendone il significato, operazioni con i numeri razionali e anche radici quadrate;
  • calcola il valore di espressioni con i numeri razionali e radici quadrate;
  • approssima i risultati ottenuti;
  • sa disegnare figure simmetriche e sa anche traslarle;
  • calcola l’area e anche il perimetro di figure piane.

APPRENDIMENTO UNITARIO

L’alunno utilizza in modo consapevole i numeri e le operazioni per descrivere situazioni reali, interiorizzando gradualmente il passaggio dal linguaggio naturale a quello specifico e introducendo le convenzioni di calcolo e anche di risoluzione di problemi.

COMPITO UNITARIO DI APPRENDIMENTO

Simulazione di situazioni di vita quotidiana come fare la spesa, fare colazione, preparare il pranzo seguendo le indicazioni di una ricetta e scoprire che quotidianamente si convive con il mondo delle frazioni.

COMPITO DI REALTA’ “Aiuole in giardino

Rubrica di valutazione elaborata in base alla griglia di valutazione delle competenze disciplinari contenuta nel curricolo verticale.

 

Programmazione

 

UNITA’ DI APPRENDIMENTO N. 2 relative al Piano di lavoro Matematica IIA

“Ragionare in modo proporzionale”

L’alunno adopera il linguaggio e i simboli della matematica per indagare fenomeni problematici in contesti vari, stabilendo anche rapporti di collaborazione con gli altri.

O.S.A. – OBIETTIVI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO

Conoscenze:

  1. Rapporto fra grandezze.
  2. Teorema di Pitagora.

Abilità:

  1. Riconoscere grandezze proporzionali in vari contesti.
  2. Riprodurre in scala.
  3. Risolvere problemi applicando proprietà geometriche delle figure, a partire da modelli materiali, e anche il Teorema di Pitagora.

O.F. – OBIETTIVI FORMATIVI

L’alunno si abitua a ragionare in modo proporzionale per leggere ed interpretare il mondo in cui vive e per questo si avvale del confronto e anche del rapporto tra grandezze. In particolare:

  • osserva la realtà per riconoscervi relazioni fra grandezze, regolarità, differenze e anche invarianze;
  • confronta grandezze omogenee e non;
  • calcola e rappresenta rapporti tra numeri e grandezze utilizzando frazioni, numeri decimali e anche percentuali;
  • applica le proporzioni per risolvere situazioni problematiche;
  • analizza e rappresenta processi ricorrendo a strumenti tipo tabelle e anche grafici;
  • risolve problemi applicando proprietà geometriche delle figure, a partire da modelli materiali;
  • risolve problemi applicando il Teorema di Pitagora.

APPRENDIMENTO UNITARIO

L’alunno coglie l’esistenza di relazioni tra coppie di grandezze in vari ambiti e percepisce la proporzionalità come schema rappresentativo di situazioni diverse.

COMPITO UNITARIO DI APPRENDIMENTO

A partire da vari spunti della vita quotidiana (acquisti al supermercato, spesa per una festa di compleanno, sondaggi di opinione, confronto tra mezzi di trasporto, ecc,) l’alunno individua le grandezze proporzionali, ne stabilisce il rapporto in termini percentuali e rappresenta i fenomeni anche graficamente.

Rubrica di valutazione elaborata in base alla griglia di valutazione delle competenze disciplinari contenuta nel curricolo verticale.

 

Programmazione

UNITA’ DI APPRENDIMENTO N. 3

“Giocare con la probabilità”

L’alunno comprende l’importanza che assume la statistica per conoscere meglio il mondo in cui vive ed orientare le proprie scelte.

O.S.A. – OBIETTIVI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO

Conoscenze:

  1. Fasi di un’indagine statistica.
  2. Tabelle e grafici statistici.
  3. Concetto di popolazione e di campione.
  4. Probabilità di un evento; valutazione di probabilità in casi semplici.
  5. Omotetia e similitudine.

Abilità:

  1. Identificare un problema affrontabile con un’indagine statistica, individuare la popolazione e anche le unità statistiche ad esse relative.
  2. Rappresentare graficamente e anche analizzare gli indici adeguati alle caratteristiche.
  3. Realizzare previsioni di probabilità in contesti semplici.
  4. Riconoscere figure simili in vari contesti.
  5. Costruire figure simili dato il rapporto di similitudine.

O.F. – OBIETTIVI FORMATIVI

L’alunno valorizza le conoscenze e le abilità per leggere ed interpretare la realtà e promuovere le proprie competenze di vita, utilizzando il linguaggio simbolico della matematica. In particolare:

  • conosce il significato di termini specifici;
  • esegue correttamente una serie di istruzioni;
  • riproduce graficamente e descrive verbalmente figure geometriche simili;
  • ascolta e rispetta le opinioni degli altri;
  • collabora attivamente con il gruppo.

APPRENDIMENTO UNITARIO

L’alunno analizza semplici fenomeni riguardanti il mondo idi appartenenza e per questo raccoglie dati, li esamina, li elabora, li organizza ed utilizza indici statistici, tabelle di frequenza, calcolo delle probabilità e rappresentazioni grafiche.

COMPITO UNITARIO DI APPRENDIMENTO

L’alunno conduce rilevazioni statistiche ed indagini di opinione nel proprio ambito sociale e le rappresenta in forma grafica, nonché tabellare su manifesti o tabelloni, utilizzando correttamente il linguaggio simbolico della statistica.

 

Rubrica di valutazione elaborata in base alla griglia di valutazione delle competenze disciplinari contenuta nel curricolo verticale.

Piano di lavoro Matematica IIA
Piano di lavoro Matematica IIA

Per le tre U.A.

Programmazione

Data e firma

Segui https://rimediomeopatici.com/affezioni-rimedi/sinusite/

Segui https://ricettedirita.it/

Leggi https://schedescuola.it/presentazione-della-seconda-a/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.