Le Alghe azzurre

Le alghe azzurre sono dette anche cianoficee o cianobatteri. Sono le forme di vita più antiche in assoluto. I loro primi prototipi risalgono al periodo Precambriano, cioè ad oltre 3 miliardi di anni orsono. Probabilmente esse sono i primi esseri viventi autotrofi che hanno colonizzato la Terra. Secondo le analisi degli studiosi vi è una straordinaria somiglianza tra i fossili di alghe azzurre e quelli di antichissimi batteri.

Queste alghe sono microorganismi unicellulari procarioti, cioè privi di nucleo; sono organismi autotrofi perché contengono la clorofilla e, attraverso il processo che va sotto il nome di fotosintesi clorofilliana, producono il loro nutrimento.   Sono esseri viventi immobili e vivono come cellule singole. Ma più spesso esse si raggruppano formando vere e proprie colonie cellulari di aggregazione; tant’è che le alghe azzurre possono organizzarsi in strutture filamentose ramificate, non ramificate oppure in cenobi (piccole colonie permanenti o temporanee). Vivono in tutti gli ambienti e sono capaci di colonizzare per prime gli ambienti ancora privi di vita. Per questo motivo sono dette organismi pionieri.

Il nome di alghe azzurre richiama il loro colore verde-azzurro dovuto alla presenza di un pigmento, una sostanza verde-bluastro chiamata ficocianina e che maschera il colore verde della clorofilla. Le loro sfumature azzurre e rosse sono invece da attribuire alla presenza di altri pigmenti, le alloficocianine e le ficoeretrine rispettivamente. Tra gli altri pigmenti ci sono zeaxantina, β-carotene, mixoxantofilla ed echinone.

Le alghe azzurre, in simbiosi con i funghi, formano i licheni

I cianobatteri sono i soli Procarioti fotosintetici ossigenici, cioè sono procarioti capaci di utilizzare l’acqua come fonte di elettroni e di produrre ossigeno molecolare.

È importante la capacità dei cianobatteri di fissare azoto elementare, processo che nelle forme filamentose avviene nelle eterocisti. Le eteocisti sono cellule specializzate adibite non solo all’azotofissazione, ma anche alla conversione dell’azoto elementare in ammoniaca.

Le Alghe azzurre
Le Alghe azzurre

Segui https://rimediomeopatici.com/rhus-toxicodendron/

Segui https://riciclareperrisparmiare.it/ e segui anche https://ricettedirita.it/

Leggi https://schedescuola.it/il-mio-presepe/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.