Laghi e stagni

Laghi e stagni gelano in superficie

Quando la temperatura raggiunge gli 0°C le acque di laghi e stagni gelano in superficie. Ma perché solo in superficie? Cosa succede sul fondo degli stagni e dei laghi quando gelano?

Sapete perché il ghiaccio galleggia? Provate a mettere un pezzetto di ghiaccio in un bicchiere d’acqua. Galleggia? Sapreste spiegare perché, usando parole semplici?

Ricordate….

Il ghiaccio galleggia perché l’acqua, quando solidifica, diventa meno densa.

Ma ora … provate a fare una prova interessante.

Occorre un vaso di vetro o di plastica con due fori circolari, uno in alto e uno in basso, che si possano chiudere con due tappi di gomma forati. Se non avete i tappi potete usare la plastilina. Nei fori si infilano due termometri, con il bulbo all’interno del vaso e la scala termometrica leggibile all’esterno del tappo. Nel recipiente si mette acqua abbastanza fredda e ghiaccio; il ghiaccio va rinnovato man mano che fonde. È bene non agitare il recipiente per non mescolare l’acqua. Si osserva la temperatura segnata dal termometro superiore, quello con il bulbo immerso nella parte di acqua con il ghiaccio: segna 0°C. Si osserva la temperatura del termometro vicino al fondo: segna un poco di più, 4°C.

Laghi e stagni gelano in superficie
Laghi e stagni gelano in superficie

Secondo voi, che cosa significa questo fatto? Che cosa avverrà sul fondo dello stagno o del lago abbastanza profondo, quando l’acqua gela in superficie?

Ve lo spiego

I pesci non si fanno mai sorprendere dal gelo. Quando la temperatura comincia a diminuire, essi scendono verso il fondo degli stagni o dei laghi, si disidratano, si immergono nel fango dei fondali e vanno in ibernazione.

La disidratazione rende soluzioni saline concentrate il sangue e i tessuti. Le soluzioni saline non gelano a 0°C, ma gelano a temperature molto più basse, specie se sono concentrate. Quindi il sangue e i tessuti disidratati esposti ad un forte raffreddamento non gelano; essi restano inalterati, perché non c’è formazione di ghiaccio. Per questo motivo diventa più facile per certi animali, come anfibi e pesci, sopportare i rigori invernali senza alcun danno nei loro organismi.

Segui https://rimediomeopatici.com/affezioni-rimedi/dermatite-eczema-dematosi/

Segui https://riciclareperrisparmiare.it/  e segui anche https://ricettedirita.it

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.